Pagina 1 di 1

Inserimento di grate alle finenstre

Inviato: 18/02/2011, 07:36
da fede78
Alle finestre di un edificio di proprietà in regime di comunione legale, uno
dei proprietari, può installare senza l'autorizzazione dell'altro delle grate "
anche smontabili " ? Se può, serve un titolo edilizio ??

Inviato: 22/02/2011, 13:02
da gianluigi62
Innanzi tutto che significa "in regime di comunione legale" ti riferisci alla comproprietà ovvero alla comunione fra coniugi; tuttavia il concetto non dovrebbe cambiare; gli interventi sulla proprietà comune dovrebbero essere avvallati da tutti i comproprietari, al meno che non trattasi di interventi di straordinaria manutenzione che attengono al mantenimento del bene comune, in tal caso mi pare che il Codice Civile viene incontro consentendo l'intervento anche su iniziativa di una parte dei comproprietari.
Per quanto attiene la necessita o meno di autorizzazione, il discorso è un po più complesso, occorre vedere innanzi tutto la normativa locale e poi cercare di inquadrare in maniera corretta l'intervento per vedere se rientra nella casistica delle attività libere ovvero soggette a titolo abilitativo preventivo.

Inviato: 23/02/2011, 09:44
da fede78
per regime di comunine legale intendo la proprietà in comune tra due coniugi.
Riguardo i regolamenti locali non ci sono norme che regolano tale intervento
edilizio.
Se un coniuge non vuole che di installano dette grate che succede ?
Inoltre è attività libera ?

Inviato: 24/02/2011, 07:22
da gianluigi62
in questo caso a mio avviso non è possibile operare senza il consenso del comiuge comproprietario; per quanto riguarda l'attività libera, anche se può sembrare opera di lieve entità l'applicazione di grate alle finestre potrebbe configurarsi come variazione di prospetto e dell'aspetto esteriore dell'edificio, a maggior ragione se appartenente ad un complesso più grande che vede più unità immobiliari; pertanto il ricorso all'attività edilizia libera non sarebbe possibile, in quanto non ricorrono i presupposti di cui all'art. 6 del D.P.R. 380/2001

Inviato: 29/08/2011, 08:29
da vendicatore
se proprietà condominiale servirebbe almeno una SCIA.
basta che uno dei comproprietari non sia d'accordo per inficiare l'intervento.
saluti.

Inviato: 01/12/2012, 08:49
da marco marco
L'inserimento di grate alle finestre costituisce intervento di manutenzione straordinaria ed è soggetto a comunicazione libera art.6 D.P.R. 380/2001 con relazione di tecnico abilitato.

C'è da valutare se l'intervento sia da effettuarsi in un condominio; in quel caso è necessario il placet dell'assemblea condominiale.

Inoltre bisogna verificare quale sia il godimento del bene in comunione legale (anche se tra coniugi); se la coppia è separata ed il bene è in uso ad un coniuge questi può eseguire i lavori.

Queste due condizioni sono essenziali.

Buona giornata

Inviato: 18/10/2013, 14:56
da mdr
chi ha titolo per richiedere un intervento edilizio è la proprità nella sua interezza, quindi con il solo 50% di proprietà, non è possibile presentare un'istanza al comune.
Per quanto riguarda il tipo di intervento e la pratica, l'inserimento delle grate si configura come realizzazione di nuove opere accessorie, che in alcune normative locali ricadono più nel restauro conservativo che nella manutenzione straordinaria, e quindi soggetti a SCIA. Bisogna, pertanto, verificare la definizione di manutenzione straordinaria e di restauro sulle Norme di attuazione ed i relativi interventi concessi. da non dimenticare che essendo un condominio, andando a modificare la facciata, serve il parere dell'assemblea condominiale. alcuni comuni richiedono anche la presentazione preliminare, e il successivo accoglimento, di un progetto tipo.

finestra

Inviato: 16/02/2015, 12:04
da Adelaide25
E ora la finestra migliore per comprare?Sono meglio legno o http://finestre-wnd.it/finestre?