Pagina 3 di 3

Re: Cittadinanza italiana e problemi legati alla modifica del cognome

Inviato: 13/02/2018, 16:52
da Remiginac33e
L'auxelugatu, sono d'accordo con te ma questo è. Il decreto sarà pure illegittimo ma:
A) la prefettura li fa tutti così (e non è l'unica prefettura in Italia, quindi avranno avuto delle direttive ministerili)
B) il cognome alla nascita è esattamente quello che lei vuole. Quindi siamo da capo. Il decreto è così e nessuno lo cambierà (nè la prefettura, né lei farà ricorso perchè è come lo vuole) ed in mezzo c'è l'usc.
So che ci sono colleghi che con l'attestazione consolare rettificano l'identità in anagrafe e poi producono (non si sa in base a cosa) un'annotazione sugli atti di stato civile in cui quella persona compare con le vecchie generalità dicendo che "sulla base di attestazione consolare dove è scritto B debba intendersi A" (in tal modo si cambiano le generalità sugli atti alla persona straniera, così quando diventa italiane è già tutto a posto). Ma dov'è prevista questa annotazione? Da quale formula? E' legittima? A me pare di no.

Re: Cittadinanza italiana e problemi legati alla modifica del cognome

Inviato: 13/02/2018, 17:43
da Tiziana5838
Remiginac33e ha scritto:Tiziana5838, scusa ma non ho capito come fai. Io mi trovo in anagrafe la signora stranera che si chiama Elena B (cognome del 1* marito dal quale è divorziata) che non corrisponde all'identità che ho sul decreto e sull'atto di nascita. Per far concordare le cose DEVO chiederle una concordanza consolare dove si dice che Elena B ed Elena A sono la stessa persone e, sulla base di ciò le cambio l'identità in anagrafe per farla coincidere con quella sul decreto. Poi la signora Elena A (che a questo punto ho in anagrafe) giura, le trascrivo il decreto ed anche l'atto di nascita e tutto coincide perfettamente anche il fatto che le ho dovuto cambiare il cognome è perfetto perchè p quello che lei vuole.
Dove sta il problema? Il problema è che quell'atto di nascita così perfettamente trascritto NON PUO' generare alcuna annotazione di rettifica del cognome e conseguentemente NON PUO' generare le annotazioni 160 e 161 necessarie per ricollegare Elena A all'identità Elena B presenti nell'atto del 2° matrimonio (si è risposata in Italia con un Italiano) e nell'atto di nascita del figlio che è nato in Italia. So che ci sono comuni che nel trascrivere il decreto trascrivono che si è presentata Elena B e poi trascrivendo per riassunto il decreto lo riportano intestrato a Elena A. A parte il fatto che il cambio di nome NON lo può fare un decreto di cittadinanza, questo non risolve il problema delle annotazioni. AIUTO! Per favore, come devo fare. Grazie.


Scusa ma la Prefettura con il decreto non le ha consegnato anche una letterina di trasmissione dove la sig.ra è indicata con il suo cognome da sposata? (la Pref. di Roma fa così anche se è prova ulteriore di perversione mentale, noi ci facciamo bastare questo ed anche non ci fosse ormai siamo talmente stanchi di combattere contro i mulini a vento che ce li facciamo piacere lo stesso :x )

Non puoi modificare l'identità in anagrafe PRIMA del giuramento e trascrizione del decreto, perché la sig.ra è ancora straniera e soggetta alle sue leggi finchè non diviene italiana. Fortunatamente la sig.ra vuole il cambio di cognome quindi ti rende le cose più facili. Nelle premesse dell' atto di giuramento scrivi (e puoi farlo perché hai già elementi per dire che sono la stessa persona): oggi si è presentata la sig.ra Rossi Maria, nata Bianchi Maria .... . Nelle premesse della trascrizione del decreto scrivi la stessa cosa oppure verbalizzi (perché le premesse di trascrizione non sono altro che un verbale che raccontano un fatto) ancora meglio la realtà dei fatti nel modo seguente: oggi ... si è presentata innanzi a me ....la sig.ra Rossi Maria, alla quale in data .... la Prefettura di ..... ha notificato il decreto di cittadinanza n..... emesso in data .... nel quale la sig.ra è generalizzata come Bianchi Maria, in conformità all'atto di nascita allegato per la trascrizione nei relativi registri di questo Comune.... Poi trascrivi il decreto. Dopodiché aggiorni in anagrafe la sua identità. Sull'atto di nascita trascritto adattando la formula annoterai a margine che la "A seguito di decreto del Prefetto di Roma n.... etc ... trascritto nei registri di cittadinanza di questo Comune al n..... Rossi Maria ha acquistato la cittadinanza italiana dal ..... e alla stessa compete il cognome Bianchi in conformità al detto decreto Prefettizio e all'atto di nascita controscritto.
Qualcosa del genere, il testo che ti pare più adatto lo trovi da sola. Spero di essere stata chiara stavolta.

Re: Cittadinanza italiana e problemi legati alla modifica del cognome

Inviato: 13/02/2018, 18:40
da Remiginac33e
Tiziana5838, la prefettura non notifica nulla ma ci invia il decreto con le nuove generalità affichè noi lo notifichiamo (ad una persona che formalmente in anagrafe non esiste). Perciò mi devo far portare un'attestazione consolare che confermi che Elena B ed Elena A sono la stessa persona. Il tuo "sistema" (che adesso ho capito) mi convince abbastanza, quindi penso che farò così:
Giuramento:
"oggi ... è personalmente comparsa .... la sig.ra Elena B , alla quale mi ha prodotto il decreto in data .... notificatole il .... e nel quale è generalizzata come Elena A, in conformità all'atto di nascita allegato per la trascrizione ed all'attestazione consolare prodotta che conferma che le due identità coicidono nella medesima persona , con i quale le è stata concessa la cittadinanza italiana e mi ha chiesto di ricevere il suo giuramento ...".
Poi trascrivo il decreto:
"oggi ... è personalmente comparsa .... la sig.ra Elena B , alla quale mi ha chiesto di trascrivere il decreto in data ........ di cui mi consegna copia e nel quale è generalizzata come Elena A, in conformità all'atto di nascita allegato per la trascrizione ed all'attestazione consolare prodotta che conferma che le due identità coicidono nella medesima persona. Aderendo a tale richiesta provvedo alla trascrizione per riassunto....".
Poi trascrivo l'atto di nascita:
"oggi ... ho ricevuto dalla sig.ra Elena B la richiesta di trascrivere il proprio atto di nascita di cui mi consegna copia e nel quale è generaizzata come Elena A, in conformità all'attestazione consolare prodotta che conferma che le due identità coicidono nella medesima persona. Aderendo a tale richiesta provvedo alla trascrizione per riassunto...".
Infine sull'atto di nascita annoto FORM. 140 adattato dove dico che ha "a seguito di decreto ... Elena B ha acquistato la cittadinanza italiana e alla stessa compete il cognome A in conformità all'atto di nascita controscritto".
Da qui discendono (finalmente) le annotazione 160 e 161.
Io procederi a cambiare l'identità solo dopo la trascrizione dell'atto di nascita perchè è con quello che l'identità cambia. Mi pare di ricordare, infatti, che anche il ministero a smesso di fare quei decreti dove si diceva che a Tizia comete il nome di Caia, proprio perchè non è con il decreto di cittadinanza che si può cambiare l'identità.
Grazie infinite per l'aiuto.


.

Re: Cittadinanza italiana e problemi legati alla modifica del cognome

Inviato: 13/02/2018, 19:20
da l'auxelugatu
1) Ma pensate seriamente che le Prefetture abbiano disposizioni comuni? Viaggiano a vista, ognuna per conto suo. La mia, devo dire, mette le generalità straniere che risultano in anagrafe, poi me la vedo io.
2) Il decreto DEVE essere intestato con le generalità della cittadina straniera riconosciute dal suo stato, perché, in ogni caso, l'interessata non è (ancora) cittadina italiana e nessun organo italiano le può modificare
3) I problemi nasceranno quando la signora vi chiederà eventuali certificati da far valere in Moldavia, dove continua a essere cittadina e conosciuta con le generalità precedenti e pretenderà che le mettiate anche voi.
4) onde pararsi le terga dal punto 3), fatele almeno firmare con il sangue una richiesta in cui lei sceglie le generalità che le può attribuire la legge italiana. A quel punto, sono cavoli suoi.