Pagina 25 di 57

Inviato: 14/06/2012, 19:55
da diego
resta il fatto che fa fede... per cui se registro dopo una settimana... che succede?
comunque, nonostante io sia dell'idea di attenermi pedissequamente alla legge (per me il legislatore o non ha presente le conseguenze o ha volutamento scritto così, ma poco rileva), sono certo che arriveranno chiarimenti ulteriori.. contra legem.. e tutti ci adatteremo senza colpo ferire...
la circolare addirittura dice "fermo restando che gli effetti giuridici delle stesse decorrono dalla data di presentazione"... sembra proprio dare per scontato... manco fossimo deficienti... voglio dire: Non cè neanche bisogno di ricordare che la data di decorrenza è quella della presentazione" con tanta sicurezza che viene il dubbio non abbiano letto la legge... altrimenti, se quella era l'idea, avrebbero potuto dire "resta inteso che, stante le conseguenze giuridiche... le difficoltà..., si ritiene che ... debba intendersi come... data di presentazione"... e te l'avrei passata come interpretazione.
così, invece, è una circolare normativa.

Inviato: 14/06/2012, 21:27
da Sereno.SCOLARO
L'annullamento, anzi ormai, il ripristino e' un atto adottabile esclusivamente d'ufficio.
E' del tutto inammissibile che, resa la dichiarazione, si chieda di annullarla (o, simili) dato che o l'una o l'altra (dichiarazione di iscrizione o richiesta di annullamento), o entrambe sono mendaci. La sola richiesta di annullamento dovrebbe, a stretto rigore, far scattare l'art. 495, 1 CP.

Inviato: 14/06/2012, 21:43
da diego
visto che l'hanno chiesto a te (e sinceramente interessa anche me), nel caso di Bernardino, quale considereresti, Sereno, come decorrenza?

Inviato: 15/06/2012, 13:06
da Ospite
e che ne pensa delle date ISTAT? quali considerare?

Certificazione mentre è in corso preavviso di rigetto?????

Inviato: 18/06/2012, 19:17
da Giorgio
Chiedo un parere: ho in corso un preavviso di rigetto (lo chiamiamo così per comodità anche se non rigetta niente) inviato con raccomandata ar a seguito di accertamento negativo. E' possibile nel frattempo rilasciare certificati secondo voi?

Inviato: 18/06/2012, 19:58
da diego
personalmente, direi che, fin quando non intervenga un ripristino, vi è iscrizione anagrafica a tutti gli effetti, con ciò che consegua.
tanto più che, ipoteticamente, l'articolo 10bis non implica necessariamente (anche se di fatto, di solito, è così) una cancellazione/rigetto istanza...
poi, esiste sempre l'articolo 76 dpr 445/2000...

Inviato: 19/06/2012, 11:01
da CHICCA64
io lavoro in un Comune ad alta affluenza turistica e le richieste di residenze "di comodo" (IVA agevolata, IMU ecc ecc ) si sono sempre verificate. Ora ho due accertamenti negativi della Polizia Municipale fatti, devo dire, accuratamente. Ho madato il preavviso art. 10 bis L. 241 e nel contempo ho deciso di mandare una comunicazione al Comune di provenienza richiedendo accertamenti all'indirizzo di precedente residenza.
La comunicazione art. 10 bis l'ho inviata con R/R SOLO all'indirizzo del mio Comune. Prima con la vecchia procedura lo mandavo a entrambi (mio Comune e Comune provenienza). Ora secondo me non ha senso mandarlo al precedente indirizzo in quanto di fatto la persona è residente nel mio Comune e già cancellata dal precedente. Faccio bene?

Inviato: 19/06/2012, 11:28
da Giorgio
CHICCA64 ha scritto:io lavoro in un Comune ad alta affluenza turistica e le richieste di residenze "di comodo" (IVA agevolata, IMU ecc ecc ) si sono sempre verificate. Ora ho due accertamenti negativi della Polizia Municipale fatti, devo dire, accuratamente. Ho madato il preavviso art. 10 bis L. 241 e nel contempo ho deciso di mandare una comunicazione al Comune di provenienza richiedendo accertamenti all'indirizzo di precedente residenza.
La comunicazione art. 10 bis l'ho inviata con R/R SOLO all'indirizzo del mio Comune. Prima con la vecchia procedura lo mandavo a entrambi (mio Comune e Comune provenienza). Ora secondo me non ha senso mandarlo al precedente indirizzo in quanto di fatto la persona è residente nel mio Comune e già cancellata dal precedente. Faccio bene?

Benissimo, secondo me.

Termine

Inviato: 19/06/2012, 16:18
da Zero
Data di istanza iscrizione anagrafica: 10/05/2012.
Se il vigile non dà l'accertamento positivo trascorsi 45 giorni si ha silenzio-assenso.
Qual è, in questo caso, la prima data utile per concludere la pratica?
Il 24/06/2012 o il 25/06/2012? :shock:

Inviato: 19/06/2012, 16:23
da diego
se tanto mi da tanto, art. 2963 cc. il 25, per me.
anzi il 26: il giorno dopo la scadenza dei 45 gg.

Inviato: 19/06/2012, 16:47
da fidia
Il 26.

Inviato: 20/06/2012, 22:45
da Ospite
Devo respingere una residenza! Mi date una risposta chiara? A chi invio la segnalazione? Ai carabinieri? Alla questura? Al sindaco? Alla procura?!?

Inviato: 21/06/2012, 00:26
da settebello
Dopo la presentazione delle osservazioni conseguenti al preavviso di rigetto, entro quanti giorni si deve concludere il procedimento anagrafico?
Entro i successivi 45 gg? Oppure per il preiodo residuale?

Inviato: 21/06/2012, 09:00
da Sereno.SCOLARO
Le autorita' di P.S. sono individuate dalla'rt. 1 TULLPS.

Inviato: 21/06/2012, 09:37
da diego
settebello ha scritto:Dopo la presentazione delle osservazioni conseguenti al preavviso di rigetto, entro quanti giorni si deve concludere il procedimento anagrafico?
Entro i successivi 45 gg? Oppure per il preiodo residuale?

L'ARTICOLO 10bis legge 7/08/1990 n. 241 interrompe i termini che ripartono dalla data di presentazione delle eventuali osservazioni (o spirato il termine per la presentazione stessa); per cui direi: periodo residuale.