Pagina 1 di 1

Per il Prof Maurizio -la legge 104

Inviato: 12/01/2018, 19:21
da elettra71
Buonasera Prof Maurizio volevo chiederle gentilmente informazioni riguardo la legge 104 . Sono una dipendente a tempo indeterminato in un ente comunale e beneficiaria e tutrice di mio fratello che ha un handicap grave , volevo sapere se avevo diritto ad aspettativa retribuita , i miei genitori hanno 72 e 74 anni con problemi di diabete mellito e cardiopatia e non riescono in modo continuativo ad occuparsi di lui .... potrei anche fare domanda di trasferimento da un ente all altro ? Lavoro a 100 km di distanza e volevo sapere se avevo priorita ad un avvicinamento
Grazie e a presto

Re: Per il Prof Maurizio -la legge 104

Inviato: 12/01/2018, 21:08
da Prof. Maurizio
elettra71 ha scritto:Buonasera Prof Maurizio volevo chiederle gentilmente informazioni riguardo la legge 104 . Sono una dipendente a tempo indeterminato in un ente comunale e beneficiaria e tutrice di mio fratello che ha un handicap grave , volevo sapere se avevo diritto ad aspettativa retribuita , i miei genitori hanno 72 e 74 anni con problemi di diabete mellito e cardiopatia e non riescono in modo continuativo ad occuparsi di lui .... potrei anche fare domanda di trasferimento da un ente all altro ? Lavoro a 100 km di distanza e volevo sapere se avevo priorita ad un avvicinamento
Grazie e a presto


L'età è irrilevante.

Ai fini dell’individuazione delle “patologie invalidanti” al momento si fa riferimento alle patologie di carattere permanente indicate dall’art. 2, comma 1, lettera d), numeri 1, 2 e 3 del Decreto Interministeriale n. 278 del 21 luglio 2000.

Deve pertanto rivolgersi ad un medico che possa certificare l'eventuale riconducibilità ad uno dei 3 punti con tenuti in tale D.M. se sussistono i presupposti.

Considerando la distanza lavorativa se lei non ha mantenuto la convivenza anagrafica con suo fratello non le è consentita la fruizione del congedo biennale.

Se suo fratello ha moglie o figli occorre escludere anche loro dalla possibilità assistenziale.

Non è prevista precedenza legislativa in caso di mobilità, cioè passaggio da un ente ad un altro. Potrebbe essere però prevista nel bando mobilità.
La precedenza è prevista per trasferimento tra sedi lavorative appartenenti allo stesso ente lavorativo.

Salve.

Maurizio.